E ‘ vero, la popolazione mondiale è a rischio, le persone muoiono, l’ economia mondiale fa i salti mortali per contenere i contagi e aiutare allo stesso tempo tutti coloro che soffrono o non possono lavorare.

Il contesto è effettivamente difficile e alla fine ci lascerà una grande ferita, ma anche un esperienza di vita importante per il futuro…. Comunque sarebbe stata una questione di giorni, mesi o anni prima che capitasse una pandemia simile, impossibile evitare simili calamità. Come un terremoto o un uragano che devastano senza differenza di sesso e razza.

Ora però dovremmo provare a non fare pensieri egoistici… siamo abituati a pensare sempre e solo a noi, noi come esseri umani, come padroni della terra…. la terra esiste da milioni di anni prima di noi, ma più di ogni altra forma vivente siamo riusciti a sconvolgerne l’ atmosfera e i suoi cicli naturali…

Pensate un po’, per decenni nelle città più popolate si è cercato di alzare la qualità dell’ aria, abbassare il livello di polveri sottili sempre troppo elevato; senza accorgercene abbiamo respirato smog in maniera massiccia per poi ritrovarci con malattie e allergie e poi prendercela con quello che mangiamo… l’ inquinamento saliva nell’ atmosfera per ricadere sotto forma di piogge acide e così incessantemente per decenni….

Ma ora per ‘colpa’ (o ‘grazie’….) di un virus, un batterio, una forma microscopica, il pianeta per la prima volta dopo più di cinquant’ anni sta finalmente respirando!…. E’ strana la vita, noi soffochiamo per colpa del virus e la TERRA riprende a respirare…

Sicuramente passerà anche questa, ma non dobbiamo dimenticare questa lezione….. Convinti di venire sterminati da una terza guerra mondiale o chissà, un meteorite, mentre invece, basta qualcosa di piccolo per farci scomparire…

Ma la TERRA ha un bel po’ di tempo avanti a se e ci sarà quando noi non ci saremo più.

Per chiarire, io non sono dalla parte del virus, mi dispiace per tutte le persone che soffrono. Anche la mia famiglia è stata colpita, ma ciò non toglie che noi su questo pianeta siamo solo di passaggio e finita la pandemia, sarà il caso di pensare al futuro, all’ ambiente, insomma alla TERRA che quando meno te l’aspetti non fa sconti a nessuno, ricco o povero, vecchio o giovane.

Come al solito potrei scrivere pagine e pagine sull’ argomento, ma è inutile, bastano poche righe per capire.

Vi ringrazio per l’ attenzione.